Luca Della Latta

📍Camaiore (LU), 34, Albergatore,

Luca dal 2013 è assistente personale di Francesca, una ragazza con atrofia muscolare spinale (Sma). La sua è una figura rara, perché solitamente questa funzione viene ricoperta da un caregiver interno alla famiglia: «I miei compiti sono vari, e dipendono dalle richieste di Francesca, con cui mi conoscevo da prima di ricoprire questo ruolo. Ma il nostro è vero e proprio rapporto di lavoro, normato dalla legge. L’obiettivo è garantire alla persona assistita la propria autonomia, coadiuvandola nelle attività quotidiane, ma non sostituendoci a essa». Prima di questa esperienza Luca Della Latta non aveva nessuna competenza e formazione in questo ambito: «Ho cominciato accompagnandola all’università, passando il tempo libero con lei, andando al mare. È iniziato un percorso di conoscenza che l’ha portata dall’essere vestita e accudita solo dal padre, all’aver intrapreso una convivenza con il fidanzato, fino all’intraprendere il servizio civile».
Luca oltre che caregiver famigliare di Francesca è operatore turistico ed è grazie a lei che ha conosciuto Uildm: «Credo che la cura della persona con disabilità, il suo tempo libero e il suo benessere, debbano procedere di pari passo, per questo ho portato Uildm ad avviare collaborazioni con le realtà ricettive del territorio della Versilia, aprendo una riflessione sul rapporto tra turismo e disabilità. Inoltre stiamo lavorando per ampliare le nostre attività e i nostri servizi in altri comuni del territorio».